Don Fabio si presenta

Un assistente per il CSI

Ciao a tutti!

Non so cosa voglia dire essere assistente… spero di capirlo più avanti perché oggi non lo so! So solo che a me lo sport piace molto! Mi è sempre piaciuto in particolare il calcio e il ping-pong forse perché li praticavo: il calcio prima di entrare in seminario nel G.S. Villa Guardia e il ping-pong in seminario, in tornei interni e in partitelle infinite tra amici …e da prete??? Presidente della squadretta CSi da tennis da tavolo dell’oratorio di Sagnino, la “San Fi team”.

Non è mia intenzione fare una catechesi-meditazione sul valore dello sport oggi: non ha senso, ora, perché alcune cose, nella vita, vanno provate per poi raccontarle; non voglio neanche scrivere o annotare appunti sul rapporto Chiesa-Sport… Dico solo che già l’apostolo delle genti, S. Paolo, “faceva” atletica e usava l’immagine della corsa come metafora per correre verso Dio!

Avere l’occasione di essere assistente del Csi di Como mi permette di stare nel mondo dello sport nei tanti e diversi settori: dal calcio alla pallavolo al basket ecc..

Significa stare in un luogo davvero giovanile e quindi in un luogo dove capire e conoscere ancor di più i giovani e cogliere l’occasione educativa per indirizzare i ragazzi verso alla bellezza della vita.

Personalmente sono contento, stimolato e affascinato da questa occasione che mi viene offerta.

Contento perché mi riporta al mio passato, stimolato perché avrò la possibilità di stare in luoghi e momenti diversi da una vita oratoriale e parrocchiale e affascinato perché lo sport è come la rete internet: collega tante persone provenienti da posti diversi, con esperienze diverse ma con una grande differenza rispetto alla rete. La rete internet è statica, si muovono i bit; nello sport è il movimento puro: incontri reali di volti dove possono nascere relazioni non digitali.

 

Don Fabio