Giovani IN cammino 2022-23

“RESTART FUTURE – GIOVANI IN CAMMINO 2022/2023”

É stato confermato anche per l’anno 2022/2023 il progetto Giovani IN cammino: 150 azioni progettuali rivolte ai giovani dai 14 ai 25 anni verranno realizzate all’interno degli oratori lombardi (12 nella diocesi di Como), grazie alla collaborazione tra Odielle e Regione Lombardia.

FINALITÀ DEL PROGETTO
Giovani IN cammino stimola le parrocchie a ripensare il proprio sistema educativo, ponendosi in ascolto dei giovani, valorizzando le proprie risorse, creando una rete territoriale che favorisca l’alleanza educativa, condividendo le buone pratiche, perché l’oratorio sia sempre ponte tra la strada e la Chiesa, attento al mondo giovanile, in particolare ai disagi e alle potenzialità che esso esprime.

LE AZIONI PROGETTUALI
Giovani IN cammino è un progetto multilivello che include la realizzazione di azioni progettuali divise per 4 aree tematiche dedicate alla prevenzione del disagio:
Giovani INsieme punta alla stimolazione dell’aggregazione e del protagonismo giovanile, inserendo i giovani nelle attività dell’oratorio, come presenza educativa stabile e continuativa.
Giovani IN campo valorizza lo sport come strumento generativo di risorse, anche in collaborazione con le numerose società sportive presenti negli oratori.
Giovani IN formazione attiva percorsi formativi per orientarsi in un contesto sociale sempre più complesso,
Giovani INdipendenti favorisce i giovani a sperimentare forme nuove, quotidiane e comunitarie di autonomia e di primo distacco dalla famiglia.

IL CONTRIBUTO REGIONALE
Per ogni singola azione progettuale, realizzata dalle parrocchie, è previsto un contributo da parte di Regione Lombardia di € 3.750,00, a fronte di spese rendicontate per € 6.000,00.
Le proposte possono essere presentate da parrocchie, enti ecclesiastici civilmente riconosciuti o soggetti giuridici le cui attività sono assimilabili a quelle degli oratori.

LE TEMPISTICHE
Entro il 30 agosto 2022 – Contattare il Centro per la Patorale Giovanile per manifestare il proprio interesse e la propria idea progettuale inviando la DOMANDA DI ADESIONE a in-formazionegiovani@diocesidicomo.it

Entro il 10 settembre 2022 – Presentazione dettagliata delle azioni progettuali presso il Centro per la Pastorale Giovanile della Diocesi di Como e adempimenti amministrativi.
Entro il 30 settembre 2022 – Valutazione, graduatoria e caricamento online dei progetti selezionati.

DURATA DEL PROGETTO

Dal 1 settembre 2022 – Attivazione e realizzazione delle azioni progettuali selezionate, che dovranno concludersi entro il 31 agosto 2023.

Le possibilità di attuazione sono moltissime, ma il numero di progetti attivabili per ogni Diocesi sono limitati. Per la Diocesi di Como parliamo di 12 progetti.


Le parrocchie che vorranno partecipare potranno inviare la propria domanda di adesione, secondo il modello scaricabile, all’ufficio, possibilmente entro il 30 agosto 2022.

Le azioni progettuali dovranno essere elaborate ed approvate entro il 30 settembre 2022 compilando il form on line.

Il Centro per la Pastorale Giovanile è a disposizione per un supporto nell’elaborazione dell’azione progettuale.

 

Modalità di partecipazione e attuazione

– Il legale rappresentante della parrocchia compila e firma la DOMANDA DI ADESIONE secondo il modello scaricabile qui e lo invia alla segreteria della PG  a in-formazionegiovani@diocesidicomo.it

– Per ogni azione progettuale, la parrocchia compila il form on line presentando la propria proposta a seconda del progetto o dei progetti che intende attivare (Giovani INsieme, Giovani IN campo, Giovani IN formazione, Giovani INdipendenti) allegando, dove richiesto, la domanda di adesione.

– ogni parrocchia/oratorio può presentare una o più azioni progettuali che rispondano ad una o più linee di intervento.

Attenzione! Per la compilazione del form on line occorre avere un account di Google (gmail). Il form potrà essere modificato anche dopo averlo inviato. La sola presentazione della domanda e dell’azione progettuale non implica l’automatico accoglimento e la partecipaizone al progetto

– La Diocesi di Como, attraverso la segreteria di pastorale giovanile, prende visione del progetto e ne valuta la possibilità di essere realizzato.

– In seguito a valutazione del progetto presentato, la segreteria dà conferma alla parrocchia, che potrà procedere con gli adempimenti amministrativi necessari per avviare concretamente l’azione progettuale secondo le necessità.

Tra gli adempimenti necessari, ricordiamo innanzitutto che per tutti i lavori svolti con minori è necessario che chi viene assunto, con tutte le tipologie di contratto ammesse, presenti alla parrocchia il proprio Certificato casellario giudiziario.

Per informazioni relative a possibili inquadramenti contrattuali, rivolgersi all’Ufficio di PG.

 

Ecco un elenco delle SPESE AMMISSIBILI E RENDICONTABILI, sostenute e documentabili per le azioni progettuali realizzate:

Tabella 1 Voci di spesa ammissibili

CODICE VOCI DI SPESA
A Costi per compensi personale dipendente
B Spese consulenze e prestazioni professionali di terzi (contratti occasionali o liberi
professionisti)
C Spese per servizi (es. contratti di affidamento a cooperative, imprese, ecc.)
D Spese per la comunicazione e promozione
E Materiale di consumo, spese gestionali e altre spese correnti (spese per l’attività
ordinaria che possono essere imputate in quota parte alla realizzazione del
progetto. Include inoltre tutti i materiali strettamente funzionali alla realizzazione
del progetto)

Le spese ammesse sono le spese riferibili direttamente alle azioni di progetto e devono rispettare le seguenti indicazioni:
a) i
giustificativi devono essere intestati alla Diocesi/Parrocchia/ad ogni ente ecclesiastico civilmente riconosciuto o soggetto giuridico le cui attività sono assimilabili a quelle degli oratori (di seguito Diocesi/Parrocchie) che risulta titolare dell’azione progettuale;
b) la
spesa deve essere liquidata a mezzo bonifico, assegno o tramite supporto elettronico. Ogni giustificativo deve essere sempre accompagnato dall’attestazione contabile dell’avvenuto movimento bancario (bonifico e/o estratto conto);
c) gli
scontrini sono ammessi per le spese alla voce E) come rimborso se chiaramente riconducibili alle attività del progetto. Nel caso non sia chiara la tipologia di spesa sullo scontrino è necessaria l’autodichiarazione della spesa sostenuta con gli scontrini allegati e l’attestazione contabile dell’avvenuto movimento bancario (bonifico e/o estratto conto).

La liquidazione del contributo da parte di Regione Lombardia, ovviamente avverrà a seguito di una idonea rendicontazione delle spese realmente sostenute (per la quale verranno date indicazioni a tempo debito), nei limiti massimi indicati sopra.

Nel corso dell’anno, Odielle (Oratori Diocesi Lombarde) curerà l’organizzazione di incontri di formazione rivolti ai giovani coinvolti e ai referenti delle parrocchie aderenti, di cui saranno comunicati tempi e modalità.